Sarà la “Città contemporanea” l’argomento centrale dei lavori del Congresso Geografico Italiano 2012, promosso dagli Atenei della città di Milano e dall’Università di Bergamo.

Una metropoli in continuo divenire

Il Capoluogo Lombardo, città ospitante la prossima Esposizione Universale del 2015, diverrà dall’11 al 15 giugno il centro dei dibattiti nazionali relativi ai contesti metropolitani e alle trasformazioni in atto sul loro territorio. In misura sempre maggiore negli ultimi decenni, mutamenti funzionali dovuti a flussi massicci di persone contribuiscono a cambiare il volto delle città contemporanee, imponendo nuovi significati, simbolismi, gerarchie urbane e modellandone di fatto il paesaggio e l’economia. Se è vero infatti che le città ospiteranno entro pochi decenni la maggior parte della popolazione umana, gli agglomerati urbani sono diventati nel contempo il palcoscenico principale dei riti sociali contemporanei, spazi aperti che ospitano ogni giorno grandi eventi sportivi, musicali, politici e sindacali. Lo spunto di riflessione principale del congresso muoverà da questa e da altre tematiche relative all’urbanizzazione per studiarne caratteri e contraddizioni, in un contesto che vede nella città l’elemento centrale e la principale locomotiva dell’economia e della società italiana. Le luci e le ombre del panorama metropolitano verranno dunque indagate nella consapevolezza che l’ambiente, il paesaggio e l’urbanizzazione costituiscono i principali fattori di benessere e di felicità della società contemporanea.

L’agenda del congresso

Il programma dell’edizione 2012 prevede un calendario di sedute congressuali distribuito su quattro giorni. Apriranno i lavori le relazioni di Marcella Schmidt e Flavia Cristaldi sul tema “La città motore di flussi di persone, beni, informazioni e idee. Nel corso della seconda giornata verranno affrontate le problematiche legate alla competitività, sostenibilità, equità e innovazione nella città contemporanea, con il coordinamento del Prof. Vincenzo Guarrasi dell’Università di Palermo e i contributi di Elena Dell’Agnese e Maria Paradiso. Durante le ultime due giornate i lavori del Congresso si concentraranno sulle tematiche della “città plurale” e sulle metodologie di iconizzazione cartografica, oltre ad affrontare il dualismo tra città e campagna dal punto di vista dei valori naturali e dei valori produttivi. Sono poi previste una sessione poster e un’escursione post-congressuale dedicata alla scomposizione e ricomposizione territoriale nella Lombardia Occidentale.

Immagine: Vladimir KolobovSimilar Posts:

Tags: , ,

L’unione astronomica internazionale

Organismo forse poco noto al grande pubblico, l’Unione Astronomica Internazionale (IAU) riunisce le società astronomiche di tutto il pianeta. Fondata […]

Le esposizioni universali dal 1851 a quella del 2012 in Corea

Le esposizioni universali sono grandi eventi a carattere internazionale che, a partire dal XIX secolo, sono stati organizzati nelle più […]

Torre Eiffel: opera ereditata dall’esposizione universale del 1889

Torre eiffel parigi

La Torre Eiffel è uno dei monumenti simbolo della città di Parigi, situata davanti a Pont d’Iéna, fu inaugurata nel […]

Lo sviluppo sostenibile

Bosco incontaminato

Lo sviluppo sostenibile è un programma globale che riguarda la tutela e la difesa delle risorse naturali. Tale difesa deve […]